Barbebelle – Château Barbebelle

Siamo sempre alla ricerca di nuovi vini da abbinare alle nostre amate ostriche, è un duro lavoro ma qualcuno lo deve pur fare! Nelle nostre scorribande assaggiamo vini di tutti i tipi e quando ci imbattiamo in qualcosa di particolare l’interesse inizia a crescere in noi, come è successo nel caso di questo rosé della Provenza, il Barbebelle, che già dalla sua etichetta “hipster” ha catturato la nostra attenzione.

Ci troviamo da RSVP, ormai la nostra enoteca di fiducia per i vini francesi.

Nicolas, uno dei proprietari, è appena rientrato da uno dei suoi viaggi in Francia e gli scaffali dell’enoteca si sono riempiti di queste bottiglie che con il loro colore rosa chiaro e delicato ci proiettano verso scenari estivi, aperitivi al tramonto a bordo mare. Scopriamo, se già la nostra voglia di degustare non fosse stata sufficiente così, che Barbebelle Rosé Fleuri é stato eletto miglior rosé al mondo secondo Decanter 2021 e ciò non fa che innalzare il nostro livello di entusiasmo.

Nicolas ci racconta: Château Barbebelle é una delle aziende più storiche della Provenza: la famiglia Herbeau si tramanda questa attività da ben quattro generazioni… chapeau!

L’estensione della loro tenuta é di 300 ettari di cui 45 sono occupati dai vigneti.

Château Barbebelle

Ora passiamo alla degustazione del Rosé Fleuri.

Ecco come si presenta la bottiglia, hipster floreale:

Bottiglia di Barbebelle Rosé Fleuri 750ml

Alla vista risulta molto brillante e senza alcun difetto, un rosato dal colore delicato che ricorda quello del litchi.

I vitigni utilizzati per la produzione di questo vino sono 50% Grenache, 40% Cinsault, 20% Syrah.

Esame visivo

All’olfatto percepiamo delle note gourmand di lampone e albicocca che ci rimandano subito ad un viaggio fatto in Provenza anni fa.

Esame olfattivo

Al palato arriva una freschezza immediata con sentori fruttati di pesca bianca e fragole di bosco.

Dopo il primo assaggio apriamo le nostre ostriche, in questo caso una cassetta di Fines de Claire, e le aspettative vengono subito confermate: il Barbabelle si dimostra un pairing perfetto, capace di smorzare la sapidità dell’ostrica ed enfatizzarne le note argillose tipiche delle ostriche affinate nelle Claire. Un bicchiere tira un’ostrica e un’ostrica tira un bicchiere… match approvato al 100% e da ripetere al più presto!

Rispondi