Ostriche Tsarskaya e metodo classico 120+1 Montalbera: un connubio sorprendente

La cantina Montalbera è gestita dalla famiglia Morando da 3 generazioni.

Svariate volte e in diverse occasioni ci è capitato di apprezzare i loro vini (specialmente il Ruché, la Barbera e il Grignolino d’Asti), ma questa volta abbiamo deciso di andare a trovarli in cantina di persona per conoscere meglio la loro realtà oltre alla nuova etichetta che ci è stata presentata: il metodo classico 120+1.

1

La prima cosa che ci ha colpite appena arrivate lì è stata la proprietà: stiamo parlando di circa 100 ettari di vigneti a Castagnole Monferrato che proseguono per altri 10 ettari a Castiglione Tinella, creando così una sella tra Monferrato e Langhe.
La cantina Montalbera è famosa specialmente per la produzione del Ruché: i suoi vastissimi terreni producono infatti circa il 60% di Ruché DOCG, che risulta essere il più bevuto al mondo fra i Ruché. Wow!

1

Ma torniamo al motivo della nostra visita, il nuovissimo metodo classico 120+1.

Siamo sempre alla ricerca di nuovi abbinamenti per le nostre ostriche, per trovare pairing sempre più azzeccati, e dobbiamo dire che le Tsarskaya che abbiamo portato con noi ci hanno fatto impazzire accoppiate a questo vino.

Il 120+1 è un metodo classico pas dosé ottenuto dalla pressatura soffice di uve a bacca nera/pinot noir e fa un lungo affinamento sui lieviti in ambienti a temperatura controllata. Il punto unico di questo spumante è che la sboccatura viene effettuata dopo 10 lunghi anni di affinamento, utilizzando come liqueur d’expédition esclusivamente vino della stessa cuvée.

L’abbinamento con le Tsarskaya non poteva che essere azzeccato: queste ostriche vengono allevate in Bretagna, più precisamente a Cancale, per un periodo di circa 4 anni.

Piene, carnose, croccanti, al primo impatto risultano iodate e in seguito rilasciano un sapore zuccherino mandorlato. Un finale sentore acidulo, simile al tocco tanninico dei vini grand cru, ne completa il sapore.

Il bouquet fine, persistente ed equilibrato e i sentori di nocciole tostate e crosta di pane del 120+1 sottolineano l’eleganza dei sapori delle Tsarskaya.

1

Siamo veramente grate a Franco Morando che ci ha presentato questo metodo classico.

Non vediamo l’ora di proporlo in abbinamento alle nostre ostriche: siamo certe che i nostri clienti ne saranno entusiasti!

Per le visite guidate in cantina e le degustazioni cliccate su questo link: VISIT MONTALBERA

Rispondi